Bifo: C’è da meravigliarsi se qualcuno chiede una riduzione del prezzo dei libri?

Bifo sull’autoriduzione di questa mattina alla libreria Feltrinelli di Bologna

Il monte salari complessivo si è ridotto della metà negli ultimi dieci anni, le tasse universitarie crescono, mentre più della metà dei giovani sono disoccupati, e la qualità culturale dell’università sprofonda.
C’è da meravigliarsi se qualcuno chiede una riduzione del prezzo dei libri? Wilhelm Reich scrisse un giorno: “quel che è stupefacente non è che la gente rubi. Stupefacente è il fatto che la gente non rubi in continuazione.”
Confesso che il mio stupore è il medesimo. Come mai i giovani precari disoccupati, impoveriti e insultati quotidianamente dal regime dell’ignoranza non organizzano assalti massicci ai grandi magazzini, come mai non si impadroniscono dei beni culturali dei quali hanno assoluto bisogno?
Sicuramente c’è qualcosa che non capisco.

Franco Berardi Bifo
[16 Dicembre 2013]