Valerio Evangelisti: Il sol dell’avvenire… è adesso!

Valerio Evangelisti scrive in solidarietà con l’autoriduzione di questa mattina alla Feltrinelli di Bologna

Non si chiama la polizia contro giovani che chiedono uno sconto sui libri, quasi che fossero ladri comuni. Sappiamo tutti quale sia la condizione giovanile oggi, sotto il profilo economico come sotto quello culturale. L’azione di Hobo alla libreria Feltrinelli intendeva denunciare questa condizione con un gesto simbolico e assolutamente non violento, dal costo irrilevante per i gestori. Si è scelta la repressione invece di una possibile trattativa, come è avvenuto in passato in circostanze analoghe. Segno di tempi mutati in peggio, in cui anche chi dovrebbe essere più sensibile, per tradizione e immagine, ai bisogni giovanili, preferisce ricorrere alla forza e al rifiuto del dialogo. Spero che ciò non abbia a ripetersi mai più.  

Valerio Evangelisti

[16 Dicembre 2013]