Da Bologna alla Mirror: Renzi & Poletti per voi solo picchetti!

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone

B3Mus_8IYAApNMz.jpg largeDalle 5.30 di questa mattina in tant@ ci siamo trovati di fronte ai cancelli della Mirror per un picchetto al fianco dei 14 iscritti SiCobas licenziati dopo aver alzato la testa e preteso condizioni di lavoro dignitose. I lavoratori non sono ancora stati reintegrati. Il picchetto ha bloccato i cancelli e la circolazione delle merci, dimostrando ancora una volta la capacità delle lotte dei lavoratori della logistica di far male ai padroni.

Da una parte della strada si è riunita la controparte: padroni “ignari” della condizione dei lavoratori all’interno dei loro stessi magazzini, ovviamente scortati da digos e celere, e nell’occasione anche da giornalisti locali a cui non interessa la ragione del blocco ma solo l’origine dei lavoratori, come se la provenienza cambiasse la realtà dei fatti: la logistica ė uno dei pochi settori in crescita in Italia e lo “stato di crisi” dichiarato dalle imprese è solo un pretesto per giustificare contratti vergognosi, ore non retribuite e la mancanza di qualsiasi tipo di garanzia.

Dall’altra parte della strada, quella in cui ci piace stare, i lavoratori organizzati SiCobas e numerosi solidali, dimostrando ancora una volta insieme di non voler sottostare al ricatto di cooperative, procura e istituzioni. Dopo 7 ore di blocco si è raggiunta la convocazione di un tavolo di trattative per domani. Non sappiamo se le proposte saranno qualcosa di più che non un’elemosina per mettere a tacere la questione come spesso accade; l’unica certezza è che sempre torneremo ai picchetti, al fianco di chi, come noi, è continuamente sottoposto al ricatto dei responsabili della crisi.

Fino alla vittoria!

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone