Space Invaders, i prossimi appuntamenti

Space Invaders, i prossimi appuntamenti

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone

Space Invaders prosegue con la sua campagna sull’autogestione e la riappropriazione degli spazi.
I prossimi appuntamenti:

Il primo maggio verrà inaugurato l’Expo a Milano: la data scelta vuole simboleggiare il furioso attacco che il governo dell’austerity e il potere imprenditoriale stanno conducendo a lavoratori, precarie, disoccupat@, giovani. Con l’Expo vogliono inaugurare la festa del lavoro gratuito, che trova nell’economia dei grandi eventi un terreno centrale di sperimentazione. Il primo maggio prepariamoci per rovinargli la festa! Prepariamoci con la costruzione di percorsi territoriali e di inchiesta militante, dentro e contro l’economia dei grandi eventi.

Martedì 31 marzo ne parleremo con Andrea Fumagalli, docente di economia all’Università di Pavia e impegnato nella costruzione di una ricerca sul lavoro gratuito per Expo. L’incontro si terrà al Community Center di Filippo Re, dove continua il percorso di autogestione e riappropriazione degli spazi.

L’incontro si pone l’obbiettivo da una parte di mettere in luce le evidenti contraddizioni del progetto Staveco e il suo rientrare nella cosiddetta “urbanizzazione del capitale, dall’altra di affermare che il nostro non è semplicemente un NO al progetto Staveco, limitato all’indispensabile resistenza alla valorizzazione tout court e all’opera in se stessa; il nostro è innanzitutto un SÌ ad una ridefinizione costituente del rapporto tra spazio e figure del lavoro, un’affermazione di libertà per ripensare l’urbano a partire dai soggetti che lo vivono e lo producono. È dunque una resistenza immediatamente riappropriatrice: di spazio, di saperi, di tempo.

L’incontro si terrà a Palazzo Malvezzi, uno degli immobili universitari che verranno svenduti per finanziare Staveco.

Ne discuteremo con:
Antonella Zago del sindacato di base Cub, Alessandro di Radio citta Fujiko e Maurizio Matteuzzi docente di Filosofia (docenti preoccupati).

Scarica la nostra inchiesta sulla Staveco.

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone