Adesione al corteo del Si Cobas “PER UN’EUROPA SENZA BARRIERE”

Adesione al corteo del Si Cobas “PER UN’EUROPA SENZA BARRIERE”

In questi mesi i governi costruiscono muri e barriere, rafforzano confini e poteri di polizia; da anni l’Unione Europea, all’interno e all’esterno delle sue frontiere, prova a gestire in modo selettivo gli arrivi dei migranti, minacciandoli con l’espulsione e la privazione dei diritti per renderli docili sul mercato del lavoro. Ma non sono riusciti e mai riusciranno a fermare la voglia di libertà non solo di chi fugge da guerra e fame, ma innanzitutto di chi esercita la legittima ricerca di un mondo migliore. I migranti sono i lavoratori al cui fianco ci battiamo quotidianamente contro lo sfruttamento, i migranti sono coloro con cui ogni giorno lottiamo per la nostra qualità della vita, i migranti sono la misura della libertà di tutti. Chi dice “prima gli italiani” dice in realtà “prima la guerra tra poveri”: chi attacca i migranti attacca innanzitutto i lavoratori, i precari, i soggetti impoveriti e colpiti dalla crisi. Davanti ai cancelli della logistica abbiamo imparato che i migranti non sono figure deboli da proteggere, ma una forza di trasformazione. Per questo essere al fianco dei migranti non è una semplice questione di solidarietà, né è una questione umanitaria: significa costruire una lotta comune per stare meglio tutte e tutti.

Perciò sabato 19 settembre saremo in piazza alla manifestazione indetta dai SI Cobas “Per un’Europa senza barriere”, appuntamento in Piazza dell’Unità alle ore 15.

 

sicobas