Al PD diciamo NO!

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone

 

Questa notte il circolo del PD “Andrea Costa” è stato tappezzato di manifesti e scritte con un unico messaggio, chiaro e netto: NO. No al governo Renzi, no all’arroganza del potere, no al regime del partito della nazione.

In quel circolo si terrà lunedì sera l’incontro dallo spudorato titolo “Cosa cambia con la riforma costituzionale”. Oltre al segretario pidista bolognese Critelli, interviene Luca Mezzetti, docente di diritto costituzionale dell’Unibo, tra i primi firmatari dell’appello di regime per il Sì firmato dai baroni universitari a sostegno del ducetto Renzi. Ma non basta: Mezzetti è indagato per i concorsi truccati negli atenei italiani, è uno dei feudatari dell’accademia che si spartiscono potere, soldi e posti alla faccia di studenti e precari. Ecco cosa cambia con la riforma costituzionale: niente! Questa è la verità: il sì è per la conservazione delle caste e dei rapporti di potere consolidati, politici, economici e sociali. Chi è stufo di subirli è per il NO. Chi vuole cambiare davvero è per il NO. Chi vuole mandare a casa Renzi e la sua cricca è per il NO.
Verso la manifestazione del 27 novembre a Roma, verso il referendum del 4 dicembre, verso la cacciata del governo PD!

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0share on TumblrPin on Pinterest0Google+0Email to someone